betulle.jpg

DBAP-5

Dual Beam Absorption Photometer - fotometro ad assorbimento su filtro a 5 lunghezze d'onda

 

La misura della parte assorbente del particolato è fondamentale per effettuare valutazioni relative alla qualità dell’aria ed agli effetti sulla salute umana (WMO, report 2012: Health Effects of Black Carbon).
Le principali sorgenti di emissione del Black Carbon sono le emissioni da motori, specialmente Diesel, i processi di combustione di legna o carbone per usi domestici, gli incendi boschivi o di vegetazione in generale.

Il Dual Beam Absorption Photometer è un fotometro ad assorbimento su filtro che misura le proprietà assorbenti del particolato a 5 lunghezze d’onda che comprendono la gamma IR-UV.

L’utilizzo della tecnologia dual beam consente di ottenere un'elevata precisione nella misura, rendendo lo strumento adatto anche a misure di fondo. 

L’utilizzo di più lunghezze d’onda permette il calcolo del coefficiente di assorbimento di Angstrom che, definendo l’andamento spettrale dell’assorbimento, consente la caratterizzazione della tipologia di particolato.

Attualmente il DBAP5 è utilizzato nella campagna di misura RHAPS (Redox-activity and Health-effects of Atmospheric Primary and Secondary aerosol), progetto PRIN che ha lo scopo di identificare proprietà specifiche del particolato atmosferico – o loro combinazioni – che sono responsabili delle proprietà tossicologiche degli aerosol. Tale progetto, coordinato dall’Istituto ISAC del CNR, vede coinvolte l'Università Statale di Milano, la Sapienza di Roma, l'Università dell’Aquila e INFN di Firenze e Genova.

 

Principio di misura

La parte assorbente del particolato atmosferico che si deposita sul filtro comporta una diminuzione della luce in grado di attraversare il filtro medesimo.

Il DBAP5 monitora il cambiamento della trasmittanza del filtro, fornendo una misura del coefficiente di assorbimento a 5 lunghezze d’onda, e del Black Carbon.

Tale tecnologia permette un continuo riferimento della misura di trasmittanza allo zero misurato su filtro pulito, assicurando così un’elevata sensibilità ed accuratezza delle misure anche in aree con bassa concentrazione di inquinanti.
L'aumento del carico di particolato sul filtro può dare luogo a fenomeni ottici che inducono una sovrastima dell’assorbimento: DABP5  permette di neutralizzare tale sovrastima, grazie ad una correzione empirica appositamente determinata per il tipo di filtro utilizzato.

 

  

Specifiche tecniche

Sorgente luminosa: LED 870-634 522-465-420 nm
Intervallo di misura: 1-10 min
Portata d'ingresso: 2-5 lpm
Filtro: Nastro GF10 larghezza 40 mm
Comunicazione: Ethernet (telnet) e RS232
Dimensioni e peso: Rack 19” 6U - 11 Kg
Consumo elettrico: 36 Watt medio
Alimentazione: 220VAC

 

Informativa sull'uso dei Cookie

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni è possibile consultare Privacy Policy e Cookie Policy